• 327/3556369

C'è un luogo

DOVE l'aria è più fine, l'azzurro più azzurro, il verde più verde.
DOVE le foreste d'abete e di larice si confondono con gli infiniti pascoli, paradiso per marmotte, cervi, camosci e caprioli; rifugio per scoiattoli, galli cedroni e aquile.
DOVE crescono fiori meravigliosi e incredibili, dal giglio martagone alla genziana, dalla stella alpina alla drosera, pianta carnivora di torbiera.
DOVE la storia ha lasciato segni indelebili, dalle incisioni rupestri della Val d'Assa al Villaggio del Bostel, alla cultura degli antichi Cimbri.
DOVE i nomi dei luoghi ci parlano e le stoan platten, le grandi laste di pietra ,ricamano i prati.
DOVE dal 1310 al 1807 si formò uno dei primi governi democratici della storia, con la Spettabile Reggenza dei Sette Comuni.
DOVE la prima guerra mondiale sconvolse tutto, devastando paesi, campi e boschi,costringendo la popolazione a scappare verso la pianura.
DOVE le stesse persone hanno voluto tornare e saputo ricominciare.
DOVE ancora oggi si perpetua lo scambio tra l'Uomo e la Natura, con la produzione del formaggio, del miele e dei distillati d'erbe e con la raccolta dei funghi e dei frutti di bosco.
DOVE puoi trovare più di 500 chilometri di piste per lo sci di fondo che d'estate si trasformano nella più grande e completa rete di sentieri per la mountain-bike.
DOVE il trekking, le escursioni e le passeggiate a cavallo hanno ancora il sapore dell'avventura, portandoti a scoprire angoli sempre nuovi.
DOVE gli "sport nazionali" sono lo sci di fondo, lo sci alpino, l'hockey su ghiaccio, il pattinaggio veloce.
DOVE c'è un campo da golf con 18 buche tra i migliori d'Europa.
DOVE si può percorrere l'imponente Calà del Sasso che, con i suoi 4444 gradini, una delle più lunghe gradinate del mondo, costruita in pietra di calcare dal 1388 al 1392.
DOVE il cielo è limpidissimo e si osservano le stelle e l'universo intero, con i propri occhi, sdraiati sull'erba o sulla neve, o con i quattro telescopi del principale Osservatorio Astrofisico Italiano.
DOVE vivono ancora gli Gnomi, i Folletti e le Fate, che spiano nascosti nelle loro tane tramando scherzi e burle, sempre presenti nelle antiche leggende locali.
DOVE un tempo vivevano gli dei, sull'Altaburg e sulla Cima Dodici, sul Monte Katz e nella Valle Frenzela.
E DOVE, forse, gli dei ci sono ancora...


Segui gli eventi su